Antiquariato

Le categorie di riferimento che andiamo a trattare:

  • Periodo ‘400, ‘500, ‘600 Dipinti Antichi
  • Periodo ‘700, ‘800 Dipinti Antichi
  • Dipinti e culture Arte del Novecento
  • Antiquariato italiano ed estero, Mobili Antichi, Sculture, Argenti, Libri e Oggetti vari
  • Accessori Orologi e Gioielli

Se desiderate avere delle valutazioni di antiquariato o arte contemporanea, potrete richiederle privatamente scrivendo a: valutazione@hubservizi.it , alla cui discrezione spetterà la risposta data da professionisti esperti che collaborano con Valorem Artis.

La nascita dell’antiquariato

La storia e la passione degli oggetti antichi non è recente, ma esiste almeno da quando esiste la scrittura.

Nella Roma antica gli aristocratici erano già abituati a collezionare opere dei grandi maestri greci risalenti al periodo classico, disposti a pagare anche grosse somme pur di averle.

Nel periodo del Medioevo si affaccia il commercio di importanti antichi manoscritti greci e latini, essendo rari e pregiati venivano copiati a mano dai monaci emanuensi, che spesso non sapevano leggere e non potevano nemmeno capirne il significato di ciò che riportavano, ma questi monaci comprendevano bene l’importanza di preservare le grandi opere per l’umanità intera che sarebbe venuta dopo.

La nobiltà nel periodo del Rinascimento inizia a ricercare gli artefatti religiosi provenienti dal mondo antico, che per secoli divennero la più grande categoria di antichità collezionata.

In quel periodo ci fu un grande interesse da parte delle classi più benestanti, che spinsero archeologici di varie nazionalità a portare avanti scavi in tutto il mondo, portarono alla luce molti resti di civiltà antiche.

Nel Settecento nasce così la figura dell’antiquario, come commerciante di opere antiche.

Ad oggi gli appassionati di antichità si dividono tra collezionisti e investitori e l’interesse per le epoche passate è più vivo che mai.

Ogni anno si moltiplicano le manifestazioni dedicate al mondo dell’antiquariato e del designer, portando architetti e artigiani alla continua ricerca di nuove combinazioni tra antico e moderno.

L’oggetto di antiquariato, si può definire tale quando risale a più di 150 anni fa, se questo viene realizzato dopo il 1850 si considera d’epoca.

Gli artefatti di produzione più recente sono invece da considerare modernariato o vintage.

Sono mobili, soprammobili, dipinti, argenteria, porcellane, cristalli, statue, orologi antichi e vengono apprezzati dai collezionisti perché sono esemplari unici o rari, ricordiamoci che molti oggetti di antiquariato hanno attraversato i secoli e sono ricchi di fascino e stile, veniva realizzata a mano e perciò ogni pezzo è uno diverso dall’altro.

Ogni oggetto, aspetto importantissimo da ricordare, racconta un frammento di storia dell’umanità in un periodo ben definito.

 

Tutti questi oggetti sono costruiti prima della produzione industriale e della nascita del consumismo e per questo sono fatti per durare nel tempo.