Gemme e Gioielli

Una nota in merito alle PIETRE SEMI-PREZIOSE

Ad oggi si continua a parlare di alcune gemme come di “gemme semi preziose”, ma perchè?

Le Gemme preziose tradizionali chiamate anche pierres precieuse secondo l’originaria espressione francese sono:

lo Smeraldo, il Rubino e lo Zaffiro.

Con il passare degli anni, altre varietà di gemme acquistarono popolarità ed è stato in quel momento che nacque la necessità di coniare altri nomi per esigenze industriali e commerciali.

Fu così che venne introdotta la terminologia di “semi preziose”.

Le pietre preziose sono meritatamente famose e la distinzione convenzionale tra pietre preziose e semipreziose è stata appesantita da miti e preconcetti.

É nel 1858 che per la prima volta viene adottato il termine “semiprezioso” col significato di valore meno commerciale rispetto ad una pietra preziosa.

Fortunatamente oggi l’espressione è considerata inadatta e fuori moda, per non dire ingannevole, questo perché non corrisponde più a una vera espressione di valore.

Ad esempio, alcuni rubini realizzano quotazioni inferiori a 100$ al carato, mentre una bella tormalina paraíba può toccare cifre superiori a 30.000$ al carato. Il che è piuttosto prezioso e di valore.

Oggi come oggi, si contano un certo numero di rare pietre così dette semipreziose come: l`alexandrite, il granato demantoide, il granato tsavorite e la tanzanite, che possono essere molto costose tanto quanto un rubino e uno zaffiro.

Una tormalina molto bella, uno spinello e un’acquamarina di notevoli dimensioni riescono a spuntare prezzi piuttosto elevati sul mercato, inoltre è corretto affermare che la differenza tra pietre preziose e semipreziose non ha più significato.

Non è un caso che la Commissione Federale del Commercio degli USA periodicamente considera la possibilità addirittura di bandire i termini per ridurre la confusione tra i consumatori.

Come se non bastasse l’Associazione Americana Commercio delle Pietre (AGTA) ha già provveduto ad aggiungere la seguente frase al suo Codice Etico:

i membri dovrebbero evitare l`uso del termine semiprezioso nella descrizione delle pietre.